La dieta di Noemi: ecco cosa mangia e come ha perso 15 kg

La dieta META, il cui nome sta per Medical Education Transform Action, nasce per dimostrare come l’essere in salute non sia solamente una questione di peso, quanto piuttosto di accettazione e consapevolezza di sé stessi.  

È ormai iniziato il conto alla rovescia per l’inizio del Festival di Sanremo 2022, quest’anno giunto alla sua 72esima edizione. E anche quest’anno Noemi, all’anagrafe Veronica Scopelliti, sarà tra i partecipanti alla parteciperà alla gara canora, tra i Big. Scoperta dal grande pubblico a X Factor nel 2009 dove, pur non vincendo, risultò la cantante di maggior successo, firmando poi un contratto con l’etichetta discografica Sony Music. Il suo primo Festival di Sanremo risale addirittura al 2010 quando partecipò con il brano Per tutta la vita, che si classificò quarto. E da allora ne ha fatta di strada. Forse in tanti si ricorderanno la cantante agli esordi. Negli ultimi anni, però, l’artista è apparsa molto dimagrita, merito della dieta che segue e dei costanti allenamenti. Cosa c’è da sapere sulla dieta di Noemi?

La dieta di Noemi: cosa mangia la cantante

Sono in tanti a chiedersi come abbia fatto la nota e apprezzata cantante romana Noemi a dimagrire. Il 25 gennaio la rossa artista ha compiuto 40 anni ma vanta un fisico eccezionale.

E stando a quanto la stessa cantante ha raccontato il merito è della dieta Meta e dell’allenamento Tabata. In particolare grazie a questo metodo o protocollo alimentare studiato dalla nutrizionista Monica Germani, la cantante è riuscita a rimettersi in forma.

La dieta Meta, il cui nome sta per Medical Education Transform Action, punta ad educare il paziente emozionalmente e a porsi con un approccio diverso verso il cibo. Lo scopo è anche quello di modificare l’azione del metabolismo, consentendo una perdita di peso rapidissima, anche di ben 4 kg in una settimana, senza creare squilibri all’organismo.

Intanto bisogna sottolineare che Noemi si basa sui consigli della sua nutrizionista, Monica Germani, che secondo quanto afferma non è favorevole alle diete troppo drastiche e che tendono a ridurre eccessivamente il proprio fabbisogno energetico. Inoltre, la Germani non abolisce i carboidrati ma anzi, propone di non stravolgere in modo eccessivo le abitudini a tavola, imparando però al tempo stesso a consumare pasti nutrienti e modificando poco alla volta lo stile alimentare. Inoltre, tra i consigli che la nutrizionista offre c’è quello di giocare d’astuzia. Ovvero compensare con un pasto più “light” se prevediamo di mangiare o a pranzo o a cena fuori, con la conseguenza di introdurre più calorie. Se invece sappiamo di non poter mangiare a casa scegliamo dei cibi semplici: un toast, un centrifugato e una manciata di mandorle.

Ecco allora cosa prevede la dieta di Noemi.

La dieta di Noemi studiata da Monica Germani

Scopriamo una giornata tipo del menù di Noemi da circa 1300/1400 calorie.

Partiamo dalla colazione il primo pasto della giornata prevede l’introduzione di uno yogurt magro con un cucchiaio di cereali non raffinati o muesli, a cui aggiungiamo una manciata di frutta secca. Altrimenti una fetta biscottata integrale e un cucchiaino di marmellata senza zucchero. Possiamo accompagnare il tutto con un succo di frutta fatto in casa come una spremuta di arancia o di melograno. Quindi una tazza di tè verde con un cucchiaino di miele o un caffè che potremo dolcificare o con il miele o con un cucchiaino di zucchero di canna.

Nello spuntino di metà mattina un frutto di stagione, non zuccherino, e qualche mandorla. Altrimenti un centrifugato o un frullato di verdure e frutta.

A pranzo si possono consumare 50 grammi di pasta integrale o riso integrale conditi con verdure e un cucchino di olio d’oliva. Possiamo aggiungere delle proteine come mezza porzione di lenticchie o una piccola quantità di ricotta magra. Se non si vuole consumare la pasta possiamo optare per una zuppa di soli legumi e accompagnarla con due fettine di pane integrale. A fine pasto o un quadratino di cioccolato fondente o due noci.

Per lo spuntino di metà pomeriggio si può scegliere uno yogurt magro da accompagnare ad un frutto di stagione.

A cena si opta per le proteine scegliendo ad esempio le uova al tegamino (un paio) oppure 150 grammi di pesce o altrimenti della bresaola o carne bianca. Uniamo un piccolo panino integrale e una piccola patata. Di contorno possiamo consumare un piatto di verdure crude o cotte condite con un cucchino di olio. A fine pasto ci possiamo concedere un quadratino di cioccolato fondente e o 2-3 frutti secchi come mandorle o noci.

Come si può facilmente intuire questa dieta non è poi così restrittiva, ma permette anche di concedersi qualche piccolo sfizio. Il consiglio prima di intraprendere un regime alimentare diverso resta comunque quello di affidarsi ad un nutrizionista.

Ringraziamo RagusaNews per l’articolo.

La tua dieta sei tu“, il nuovo libro di Monica Germani, già disponibile in pre-order su Amazon. A partire da febbraio, acquistabile in tutte le librerie fisiche e digitali.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento